I Miracoli Eucaristici   di Lanciano leggende Medioevali?

di Travaglini Nicoletta Camilla

Nelle leggende fiorite intorno al Graal si parla di alcune sue peculiarità tra cui quella che, quando essa è presente sull’altare nel momento solenne della celebrazione dell’Eucarestia, potrebbe tramutare il vino in sangue e l’ostia in carne cosa che ricorda molto da vicino un famoso evento soprannaturale accaduto a Lanciano.  

Continua a leggere I Miracoli Eucaristici   di Lanciano leggende Medioevali?

I sacri oggetti devozionali di san Domenico di Cocullo

di Andrea Romanazzi

Da sempre l’uomo ha utilizzato nella sua pratica magico-religiosa amuleti e talismani. Essi sono documentati sin dall’età del ferro ed esistono anche numerose rappresentazioni iconiche e letterarie in ambiente cristiano. Sono l’espressione di quella magia semplice e popolare che impiega, come strumenti di difesa, oggetti che, per loro forma, struttura o materia, arricchiti talvolta da formule magiche, ricordano od esprimono un potere divino. Da sempre la protezione delle persone, ma anche di beni materiali e quindi delle proprietà già eventi naturali, catastrofici e metereologici è stata una importante esigenza dell’uomo antico proprio per questo l’arte magica è la stregoneria popolare non poteva esimersi dal cercare di comandare, o almeno attenuare i danni che la natura poteva portare l’uomo. Questo il motivo per la realizzazione di amuleti atti a impedire o ad allontanare la manifestazione di particolari fenomeni naturali e a proteggere persone, cose o animali. In questo approfondimento ci focalizzaremo su un amuleto molto particolare: la Medaglietta di san Domenico festeggiato a Cocullo.

Continua a leggere I sacri oggetti devozionali di san Domenico di Cocullo

Riti della Settimana Santa a Noicattaro (Puglia)

di Andrea Romanazzi

A Noicattaro c’è un periodo in cui i il tempo si ferma, è la Settimana Santa di Passione, quando il borgo è pervaso da un’atmosfera di intensa emozione e misticismo che nasce e si sviluppa attorno alle tre Processioni, quella dei Crociferi, il Giovedì Santo, la Naca e la Madonna Addolorata il Venerdì, e i Misteri il Sabato.

Continua a leggere Riti della Settimana Santa a Noicattaro (Puglia)

Grumo tra culti pagani e antiche ricette

di Andrea Romanazzi

Il paese di Grumo, da termine greco “drùmon” ovvero quercia, o dal latino “grumum”, agglomerato di case, nasce come borgo preromano come testimoniato da Plinio nella sua “Naturalis Historiae”. Molteplici potrebbero essere le motivazioni per cui scrivere un approfondimento su questo paese, ma per quanto ci riguarda vogliamo focalizzare l’attenzione su due culti tradizional-popolari, ovvero quello di San Michele Arcangelo e della Madonna di Mellitto entrambi accomunati dal culto delle acque e delle grotte.

Continua a leggere Grumo tra culti pagani e antiche ricette

La Dea Madre e i Culti Agrari: Il Mistico Covone e la Vergine

di Andrea Romanazzi

 Per cercare così di addentrarci più approfonditamente in questo aspetto del culto e capire le evoluzioni che ha subito nel tempo, dovremo esaminare il folklore e le tradizioni popolari-contadine legate alla mietitura e alla fertilità agreste. Sarà qui che, tra falci e antichi riti, si nasconde ancora lo spirito della Dea.

Continua a leggere La Dea Madre e i Culti Agrari: Il Mistico Covone e la Vergine

Antico Almanacco: Verso la Pasqua (parte 1) – La figura della QUAREMMA

di Andrea Romanazzi

Nella religione cristiana grande importanza ha la Pasqua, la Resurrezione di Cristo che con il suo sacrificio cancella le ataviche colpe umane. Tra le pieghe di questa festa religiosa, però, son ben nascosti simboli e tradizioni di origine pagana, ricordi di altre e ben più antiche festività poi cancellate dalla Nuova Religione con una vera e propria opera di sincretismo.

Continua a leggere Antico Almanacco: Verso la Pasqua (parte 1) – La figura della QUAREMMA

Tradizioni di Puglia: Il Calzone come cibo rituale

di Andrea Romanazzi

Dopo l’approfondimento sul pane pugliese https://centrostudiomisteritaliani.com/2021/05/09/curiosita-di-bari-il-pane-di-triggiano-e-carbonara/ , la focaccia, https://centrostudiomisteritaliani.com/2022/01/12/la-focaccia-barese-il-cibo-degli-dei/,

le orecchiette al ragù https://centrostudiomisteritaliani.com/2022/01/22/orecchiette-al-ragu-tra-origini-vaticini-e-misteriose-sparizioni-equine/

è ora la volta del calzone. Pronti per scoprire le sue origini?

Continua a leggere Tradizioni di Puglia: Il Calzone come cibo rituale

Il Gatto tra Magia e Folklore (Parte 5: Il mondo moderno)

di Andrea Romanazzi

Il Gatto nel Far West

Dalla vecchia Europa all’America dunque. Si narra che nel 1793 Alexander MacKenzie, noto esploratore britannico, e i suoi compagni raggiunsero Bella Coola sulla costa della British Columbia, in Canada. Gli autoctoni, vedendoli piuttosto pallidi diedero loro il nome di q’umsciwa, ovvero “visi pallidi”. Ebbene, non è un caso se oggi localmente si chiamano i gatti con il soprannome di q’umsciwaalhh, che significa più o meno “la cosa che è arrivata con il q’umsciwa“. 

Continua a leggere Il Gatto tra Magia e Folklore (Parte 5: Il mondo moderno)