Le figure della magia nord africana (Parte 1)

di Andrea Romanazzi

Le Differenti Figure del Magismo africano

Questo articolo vuole approfondire le tradizioni magico-popolari autoctone presenti in quell’area nord africana, tra Marocco, Algeria e Tunisia, da me personalmente investigata. Se da una parte questo territorio oggi è culturalmente egemonizzato dalla religione islamica,  dall’altra è ancora ben osservabile una forte radicazione della tradizione magica pre-monoteista. Questo “viaggio” nella terra che fu di Avenzoar, Averroè, Ibn Tofail e El Alami, grandi medici arabi, ci porterà ad incontrare ciò che resta di quella religiosità primitiva e popolare che caratterizzava quelle “antiche” nazioni prima di essere cancellata dall’oscurantismo religioso mussulmano e dalle occupazioni coloniali europee.

Continua a leggere Le figure della magia nord africana (Parte 1)

LE RELIGIOSITA’ MESOAMERICANA TRA  SCIAMANESIMO E CURANDERISMO (reportage di Viaggio)

di Andrea Romanazzi

Il multiverso Maya e l’albero cosmico

La tradizione religiosa Mesoamericana affonda le sue radici in un lontano passato, quello dei primi colonizzatori del Nuovo Mondo, ovvero le popolazioni asiatiche che, 50.000 anni a.C., attraversarono lo stretto di Bering, insieme alle loro credenze magico-religiose tra cui lo sciamanesimo, il culto degli antenati e la credenza di un universo multistrato. Questo articolo, frutto di due mesi di ricerche sul campo, proverà a scandagliare tutte le caratteristiche magiche e religiose di quest’area del mondo. Come un gigantesco albero di Ceiba, suddiviso in radici, tronco e rami, l’universo conosciuto, secondo la tradizione sciamanica mesoamericana, è diviso in tre mondi, quello di mezzo, ove vivono gli uomini, quello superiore ed inferiore, a loro volta suddivisi in ulteriori livelli, dove dimorano spiriti guida ed entità sovrannaturali.

Continua a leggere LE RELIGIOSITA’ MESOAMERICANA TRA  SCIAMANESIMO E CURANDERISMO (reportage di Viaggio)

Feticci Africani: l’akua’ba o bambola della fertilità

Nella cultura africana particolare importanza hanno le bambole, create per far giocare le ragazze e come un fascino per garantire la fertilità nelle donne. La loro forma e il loro costume variano a seconda della regione e delle usanze. Spesso le bambole vengono tramandate di madre in figlia. 

Sono usate per insegnare e divertire ma soprattutto sono intermediari soprannaturali e vengono manipolati per scopi rituali. 

Continua a leggere Feticci Africani: l’akua’ba o bambola della fertilità

Kitabe Kitab: Talismano Etiope

di Andrea Romanazzi

In Etiopia, come in molte altre regioni africane,  la medicina tradizionale ha mantenuto la sua popolarità. La medicina tradizionale etiope include diversi elementi o scongiuri per la prevenzione delle malattie. L’idea è che la malattia non sia un evento casuale ma generato da una punizione divina, la rottura di un tabù o un’azione magica (malocchio-fattura).

Continua a leggere Kitabe Kitab: Talismano Etiope

Feticci Africani: Elegguà e sua realizzazione

di Andrea Romanazzi

Nei culti africani e, ovviamente, sud americani, una divinità di particolare importanza è Elegguà, anche noto come Barà, Elegbà, Legba, Elegba, Legbara, da “Lu”, ovvero messaggero, e “Agbara” cioè potere. Nella sua più atavica forma è spesso raffigurato con un enorme fallo in erezione, espressione delle antiche divinità vegetazionali e solari.

Continua a leggere Feticci Africani: Elegguà e sua realizzazione

Feticci Africani: Kope – Il feticcio che “fuma”

di Andrea Romanazzi

Come nella tradizione Siberiana e Artica, il potere di uno sciamano africano è fortemente legato ai suoi feticci Nganga. Si tratta di una sorta di dimora per gli Spiriti che viene appunto realizzata dallo sciamano.

Continua a leggere Feticci Africani: Kope – Il feticcio che “fuma”

Feticci Sud Americani: Carranca

Tra le popolazioni sud americane un feticcio particolarmente diffuso è il Carranca, una sorta di essere antropomorfo il cui compito era quello di proteggere le abitazioni. Proviene dalla tradizione amazzonica ed è una sorta di spirito guardiano. La sua sola presenza si dice sia in grado di allontanare le invidie e di fermare ogni tipo di vibrazione negativa detta, nella cultura brasiliana, Azar. Non va confusa né con il malocchio né con le fatture (feitiços),essa è una sorta di jella che si nutre dei pensieri della persona vittima dell’azar, amplificandoli.

Continua a leggere Feticci Sud Americani: Carranca

A Magia dos Botos Encantados

di Rafael Noleto

Os Botos compõem uma linhagem de Encantados muito vasta, mas ainda pouco trabalhada pelos médiuns em geral. É mais comum presenciar manifestações de Botos Encantados em algumas casas de culto afro-amazônico ou em ritos de pajelança cabocla. De acordo com as lendas populares do norte do Brasil, os Botos são golfinhos capazes de assumir a forma humana em noites de luar. Segundo essa crença, os Botos vêm aos povoados ribeirinhos em busca de moças para namorar

Continua a leggere A Magia dos Botos Encantados

La Encantaria Brasiliana

di Rafael Noleto

Questo articolo è una introduzione all’affascinante insieme di pratiche magiche, credenze e rituali brasiliani che descriveremo qui come “Encantaria”. Più che un piccolo trattato l’idea è quella di essere uno stimolo per cercare, se interessati, nuove informazioni e per conoscere meglio questo culto poco noto mantenuto in vita solo per tradizione orale.

Continua a leggere La Encantaria Brasiliana

Il Blues e il voodoo

Di Andrea Romanazzi

Sin dall’antichità l’uomo si è occupato della musica, per Pitagora le note musicali sono state comunicate all’uomo direttamente da dio. Gli studiosi della kabbalah ritengono combinando in modi particolari le lettere sacre dell’alfabeto ebraico si possano compiere veri e propri miracoli. Anche nella letteratura ritroviamo il potere della musica, armonie in grado di distruggere come nel caso delle trombe di Gerico o in grado di soggiogare le menti come nel caso del canto delle sirene.

“I blues cadono come grandine, i blues cadono come grandine, e il giorno continua a ricordarmi che c’é un demonio che mi segue, un demonio che mi segue” (Hellhound on My Trail, Robert Johnson)

Continua a leggere Il Blues e il voodoo