L’Aldilà Celtico : La Reincarnazione presso i Celti e le sue contraddizioni

La cultura celtica affascina da sempre per i suoi molteplici aspetti spesso poco noti a causa delle scarse fonti attribuibili, tra l’altro, esclusivamente a studiosi latini. Tra le tante sfaccettature in questo articolo si vuole approfondire il tema dell’aldilà celtico, dell’immortalità dell’anima e della reincarnazione. Cesare, nel suo De Bello Gallico, sosteneva che “il punto essenziale della dottrina druidica è quello di credere nell’immortalità dell’anima” e aggiungeva che i Druidi “insegnano che dopo la morte essa passa in altri corpi” in una sorta di “trasmigrazione”.

Continua a leggere L’Aldilà Celtico : La Reincarnazione presso i Celti e le sue contraddizioni

The Reincarnation or Afterlife? Celts culture

Celts culture has always fascinated for its many aspects, often little known due to the scarce literature sources attributable exclusively to Latin scholars. In this paper we want to deepen the theme of the Celtic life after death, the immortality of the soul and reincarnation. Caesar, in his De Bello Gallico, argued that “the essential point of the Druidic doctrine is to believe in the immortality of the soul” and added that the Druids “teach that after death it passes into other bodies” in a sort of ” soul transmigration“. Pomponio Mela, in the oldest geographical work of Latin literature, De Chorographia, reiterated this concept: “the only dogma that they [the Druids] taught publicly is the immortality of the soul and the existence of another life“. Diodorus Siculus, in his Historical, took up this theme again, combining the Druid doctrine with the Pythagorean one  “… among the Gauls the dogma of Pythagoras prevailed according to which it is a fact that the souls of men are immortal and that after a certain number of years some come back to life entering another body …“.

In reality this idea is not completely correct.

Continua a leggere The Reincarnation or Afterlife? Celts culture

Il culto dei Defunti e la ritualistica Magico-Popolare

di Andrea Romanazzi

Il culto dei morti è da sempre elemento fondamentale di tutte le culture sacre subalterne popolari ed eccezionalmente presente in molti aspetti folkloristici attuali. Questa ricerca sull’antropologia del lutto, partendo dall’esame di una tradizione popolare lucana, quella del lamento funebre, presente però anche in altre località italiane, ha lo scopo di individuare un archetipo comune al rituale funebre del cordoglio e alle sue varie manifestazioni, dal lamento funebre al tipico pasto del “consolo”.

Continua a leggere Il culto dei Defunti e la ritualistica Magico-Popolare